Menu

Concerto per Raffaello

Settembre 18, 2019 - spettacolo
Concerto per Raffaello

CONCERTO PER RAFFAELLO
Amor sacro e profano in musica al tempo di
Rafael Johannis Santis de Urbino

Per ricordare i 500 anni dalla morte di Raffaello della morte di Raffaello, si è allestito un concerto-spettacolo che ricostruisce attraverso canti, musiche e danze dedicate all’Amor sacro e all’Amor profano, il clima colto e aristocratico del tempo in cui Egli visse e creò.

Concerto per Raffaello a 500 anni dalla sua morte

LILIANA BARONIO, danza; ROBERTO QUINTARELLI, contraltista, danza; ELENA BERTUZZI, soprano; ERICA SCHERL, viella; LEVI ALGHISI, flauti diritti, cornamuse; FRANCESCO ZUVADELLI, organo positivo, ghironda; DOMENICO BARONIO, liuto, chitarrino (organico artistico consigliato)

Considerato uno dei più grandi artisti d’ogni tempo, bello, elegante e raffinato, ricco e amico dei potenti, Raffaello fu corteggiato e amato da tutti. Secondo il Vasari, autore di una sua biografia, era «persona molto amorosa e affezionata alle donne», dedito ai «diletti carnali» e condusse una vita «fuor di modo». Quanti cuori femminili abbia straziato il bel Raffaello non ci è dato di saperlo, ma, di certo, fu sempre accompagnato dalla fama di rubacuori delle splendide modelle che posarono per lui nelle vesti di Madonne, olimpiche divinità, ninfe o eroine. Che fosse Madonna, Nobile da ritrarre o semplice Fornarina, la donna ebbe una innegabile influenza sulla sua vita: l’Amor sacro e l’Amor profano furono di certo due aspetti del medesimo sentimento che l’Urbinate conosceva bene. Il nostro omaggio, realizzato in costume e con strumenti d’epoca, ricostruisce attraverso canti, musiche e danze dedicate all’Amore, sia sacro che profano, il clima colto ed aristocratico, ma godibile e spettacolare, del tempo in cui Egli visse e creò.