Menu

La dieta del fico d’india

Novembre 7, 2019 - alimenti, natura, salute, scienza
La dieta del fico d’india

La dieta del Fico d’india.

Quando si tratta di dieta dimagrante spesso ci si imbatte in eccessi dovuti alla moda o tendenza del momento. Difficile veramente valutare le indicazioni che ci arrivano dal web, dall’influencer di turno o anche dal passaparola. Il miglior modo di trovare soluzioni concrete e affidabili sono attraverso canali “tradizionali” come il vostro medico di fiducia. Tuttavia ci sono studi e ricerche che ancora non hanno diffusione generale.

Per esempio è risaputa la azione benefica nel controllo del peso delle fibre di pala di fico d’india. Si trovano pubblicazioni e indicazioni specifiche, ma poi si tramutano in medicinali con un eccesso di altre cose. Il prodotto singolo e naturale viene escluso nelle “soluzioni”.

Nelle foglie la vera azione dimagrante de “la dieta del fico d’india”

Oggi con la consapevolezza e conoscenza medica del fico d’india, il maggior apporto ad una dieta salutare e concreta viene dalle foglie e on dal frutto. Il succo ottenuto dalla spremitura dei cladodi (le foglie) è molto richiesto per la consistente quantità di vitamina A  e vitamina C, vitamine del gruppo B, amminoacidi e minerali, fra cui calcio, magnesio, ferro, potassio. www.succodinopal.it
La pala di fico d’india è fonte di fibre (Cladodine, perfetto per un programma completo di monitoraggio e controllo del peso), ed ha la particolare capacità di contrastare l’accumulo di grassi nel corpo. Questo ingrediente, prodotto naturale al 100% consente di perdere peso in modo sicuro, contribuendo a ridurre i sacrifici imposti da diete. Potete berne tranquillamente un bicchiere di acqua con 30 ml di CLADODINE al giorno per effettuare una corretta dieta del fico d’India.