Menu

YELLOWJACKETS

Ottobre 28, 2019 - spettacolo
YELLOWJACKETS

YELLOWJACKETS
Russell Ferrante, tastiere
Bob Mintzer, sax
Dane Alderson, basso
William Kennedy, percussioni

Nati dallo sviluppo della Band del chitarrista di Los Angeles Robben Ford, fondata nel 1977, gli Yellowjackets diventarono famosi con l’album jazz-funk che porta il loro nome, un anticipo importante di quello stile electric- fusion che è la fusione di jazz e R&B, ispirato ai Weather Report, e che rappresenta un ritorno al decennio dei Return to Forever & Headunters. Gli Yellowjackets è stato un importante ritorno al passato, in un periodo in cui il jazz stava volgendo verso la direzione acustica. Gli Yellowjackets continuarono a evolvere artisticamente e produssero l’Album “Coherence”, al quale parteciparono due membri fondatori, il pianista/ tastierista Russell Ferrante e il batterista Will Kennedy , oltre al musicista Bob Mintzer , nella Band dal 1990, e il bravissimo bassista Dane Alderson.

YELLOWJACKETS, dal jazz fusion al folk.

Gli Yellowjackets coprono in questo disco una grande varietà di generi, dal jazz fusion al folk , comprendendo anche dei brani in stile funky soul- jazz . A proposito di Coherence, Ferrante dice: “ Scriviamo musica che ci affascina; musica che vale la pena di esplorare ”. In occasione di un concerto degli Yellowjackets a Londra, Ferrante e Mintzer andarono alla Tate Modern, dove rimasero colpiti da un ciclo di sei dipinti astratti di Gerhard Richter, “ Cage – Six Paintings ”.
Ferrante scoprì che i dipinti erano ispirati alla musica di John Cage e che i dipinti venivano descritti dall’autore come un gruppo coerente. Indagando oltre, Ferrante scoprì che fra i sinonimi di coerenza si trovavano equilibrio, armonia, simmetria e unità. Visto il tipo di musica che suonava, e visto l’affiatamento della Band, Ferrante realizzò che “Coherence” rivela la vera natura del gruppo. “ Questo significa che siamo connessi a quello che stiamo facendo come gruppo musicale: stiamo facendo frasi musicali armoniose”.